Vai al menu principale  Vai ai contenuti della pagina

 

Pubbliaccesso.gov.it

 

Agenzia per l'Italia Digitale

 


 

ti trovi in: Home Page - Biblioteca - Recensioni - Prodotti -

Display Braille NIST

Il progetto del NIST di display Braille mette le celle del Braille sul bordo d'una rotella in rotazione. Il numero di celle esposte in ogni dato istante dipende dal diametro della rotella ed è la frazione della rotella che è esposta a fare la zona di lettura.

Come menzionano i comunicati stampa, sono utilizzati soltanto tre attuatori, per regolare i punti Braille mentre ruotano oltre certo punto sul display.

Una volta regolato, il testo Braille rimane in posizione mentre ruota intorno alla rotella, permettendo di leggere con più dita. Il prototipo produce appena 6-dot Braille - prenderebbe quattro attuatori per un display per produrre 8-dot Braille.

Il prototipo attuale ha una rotella di quattro pollici di diametro e circa 16 celle sono esposte in ogni dato momento. Per un utente che fa funzionare la rotella nel modo che si arresta per leggere, si comporterà come un display a 16 celle. Tuttavia, chiunque ha provato il prototipo o altri demo ha usato sempre il modo di rotazione continua, che è un modo di lettura considerevolmente più potente.

Nel modo di rotazione continua, il Braille si muove continuamente sotto le dita dell'utente - quindi sembra come una singola riga infinita di Braille (comunque naturalmente il software potrebbe essere configurato per inserire indicatori nel testo per indicare le nuove righe). C'era una certa preoccupazione su come sarebbe stato un Braille in movimento leggibile continuamente, ma della gente che ha provato i nostri prototipi, oltre il 95 per cento potevano leggere il Braille in movimento senza difficoltà.

Dando la possibilità di esercitarsi, mi aspetto che la percentuale sarebbe stata ancora migliore. È importante notare che mentre questa tecnologia di display può essere particolarmente buona per leggere grandi file di testo come i libri elettronici, essa dovrebbe anche essere utilizzabile per i più comuni usi quali e-mail, navigare il Web, e così via. Prevediamo che una grande parte del mercato iniziale per questo display sia la gente e le organizzazioni che hanno difficoltà a permettersi i display correnti, così come la gente che vorrebbe avere intorno un display di ricambio economico, da usare ogni volta che il loro display Braille esistente sia in riparazione.

Sperimenteremo con i vari generi di comandi utente, e, eventualmente, le persone che provano il display potranno offrire osservazioni e consigli su che generi di comandi funzionare meglio. Ero molto interessato a leggere la discussione qui parecchie settimane fa sulle possibilità di navigazione all'interno del testo usando un display Braille rotante. Ora che abbiamo superato la sfida tecnica di costruire un display funzionante, sarei molto interessato nella discussione dei protocolli possibili di navigazione, nella speranza di fornire un insieme di raccomandazioni per i produttori futuri dei display commerciali.

Al posto dei metodi normali di conoscere dove uno sta leggendo su un display lineare, ci sono parecchi metodi possibili con i quali gli utenti possono poter sapere dove stanno leggendo, e muoversi intorno nel testo. I percorsi di navigazione sono più facili da risolvere per i grandi blocchi di testo (infatti, lo standard del Libro Parlante Digitale già ha risolto la maggior parte di queste percorsi), e più difficili per le strutture del testo dettagliate con precisione quali le tabelle. Mentre un display rotante non sarà probabilmente mai la scelta ottimale per leggere le tabelle, sarei interessato a sapere se qualche protocollo di lettura può essere sviluppato per renderlo almeno moderatamente utilizzabile per leggere le tabelle.

La pagina Web del nostro progetto è: http://www.itl.nist.gov/div895/isis/projects/brailleproject.html.

John Roberts Direttore del progetto NIST display Braille; e-mail: john.roberts@nist.gov.



Inizio pagina [0]

Valid XHTML 1.0!